lunedì 4 febbraio 2008

Un cuore

Ed ecco il mio cuore, è il mio primo cuore Tilda, l'ho realizzato in occasione del compleanno di Bettina.
Lei ha indetto un concorso a cui sto partecipando ed ho pensato di realizzare un cuore.
Ho usato un velluto rosso su cui ho applicato un ricamo su lino Graziano e dei nastrini e sul retro ho usato una bellissima stoffina regalatami da Romina.
Mi è piaciuto molto e penso di realizzarne un altro :)

15 commenti:

fatatulipano ha detto...

Io adoro i cuori e questo così particolare è meraviglioso!

penelope ha detto...

Carinissimo quel cuore e la stoffina ,poi, è una delizia. Saluti .Rita

Laura ha detto...

ma quante belle novità che trovo! effettivamente è un pò di tempo che non riesco a fare una visitina al tuo Blog ... spero di poter recuperare
ciao Socia
Laura

PS. Il PAF è bellissimo!!!

ManuArpa ha detto...

Molto molto bello! Complimenti!!!!

Piccipocci ha detto...

Ciao Ros, compliemnti per il cuore. Ci credo che sei soddisfatta ^_^
compliemnti anche per il PAF, lo trovo fantastico..
Clo

pam ha detto...

Bellissimi entrambi, sia il cuore che il PAF. Complimenti ciao Pam

giovanna ha detto...

che bello!!! il velluto poi è uno dei tessuti che adoro. Un bellissimo cuore coi fiocchi!

brava

baciotti giò

apaolal ha detto...

ehi... ti lascio unminuto e guarda qui che meraviglia:-))
cucito , ricamo..
GRANDE ROSANNA :-))

bettin ha detto...

infatti è bellissimo...ed ora è tutto mio!!!!gelose vero???betta

Jane ha detto...

Che bello!!! Mi sta venendo un pizzico di invidia a vedere quanto sei produttiva :) Bravissima e continua così!!!

Gorgoglio ha detto...

Mancavo da un po' e vedo che come sempre hai creato cose bellissime brava!

LauraD ha detto...

Ma che bello questo cuore mi piace molto e anche il PAF che vorrei presto fare anche io. Un saluto socia.LauraD

Romy ha detto...

Rosy sto cuore è una meraviglia!!! Continua la produzione perchè ti escono troppo bene :-)))

mary ha detto...

bellissimo questo cuore!! complimenti!!!

Irene ha detto...

proprio bello quel cuore, avanti cosi'
ciao
Irene